Orari gioco a Brescia, il sindaco annulla l’ordinanza del Comune

Condividi su:

Il Sindaco di Brescia ha deciso di annullare in autotutela l’ordinanza con cui, lo scorso marzo, il Comune fissava “le fasce orarie di sospensione del funzionamento degli apparecchi” di gioco.
L’atto fa seguito all’accoglimento da parte del Tar Lombardia della richiesta dei gestori di sospensione dell’efficacia dell’ordinanza, con il patrocinio anche del nostro studio legale, e rappresenta una conferma della fondatezza delle istanze del settore.
Il Sindaco “Preso atto che, a seguito di ricorso giurisdizionale di alcune società del settore, con ordinanza numero 151/2018, il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia – sezione distaccata di Brescia, avendo ravvisato profili di difetto di istruttoria e di motivazione, ha accolto l’ordinanza cautelare formulata dai ricorrenti e ha quindi sospeso l’efficacia della predetta ordinanza sindacale”.
Questa decisione si configura certamente come un importante successo per il comparto del gioco pubblico che vive un momento turbolento. È importante adesso unire le forze per combattere insieme alle istituzioni il vero nemico che è rappresentato dal gioco patologico e non dal settore.



Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle attività dello Studio