DUELLO SULLE SLOT, L’AVVOCATO CARDIA REPLICA A CARAMASCHI “EFFETTI ANCHE PER I BAR COLPITI DALL’ORDINANZA COMUNALE” (CORRIERE DELL’ALTO ADIGE NOVEMBRE 2016)

DUELLO SULLE SLOT, L’AVVOCATO CARDIA REPLICA A CARAMASCHI “EFFETTI ANCHE PER I BAR COLPITI DALL’ORDINANZA COMUNALE” (CORRIERE DELL’ALTO ADIGE NOVEMBRE 2016)

Condividi su:

BOLZANO Si preannuncia battaglia sulla questione slot in Alto Adige. A prendere la parola, a seguito delle dichiarazioni del sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi, l’avvocato Geronimo Cardia (nella foto), che si è occupato dei ricorsi al Tar riguardanti le delibere provinciali che individuava – no i luoghi sensibili in prossimità dei quali è vietato installare apparecchi da gioco. «L’accoglimen- to da parte del Tar dei ricorsi amministrativi — spiega Cardia — comporterà senza ombra di dub- bio anche effetti sui bar, ai quali la normativa territoriale infligge oggi lo stesso effetto espulsivo ormai dichiarato illegittimo». Caramaschi, pur dicendosi preoccupato per la pronuncia della giu- stizia amministrativa aveva infatti dichiarato che la pronuncia del Tar non minava in alcun modo le ordinanze di rimozione delle slot dai bar emanate dal Comune di Bolzano. «Le sentenze del 31 ottobre — aveva specificato il primo cittadino — riguardano due provvedimenti provinciali di deca- denza dell’autorizzazione relative a sale giochi e non attengono invece in alcun modo alle ordinan- ze di rimozione delle slot dai bar a suo tempo emesse dal Comune di Bolzano, che si basavano sulle previsioni della legge nazionale e dunque rimangono valide ed efficaci a tutti gli effetti di legge».

download



Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle attività dello Studio