Gioco, la ‘Questione territoriale’ sale in cattedra (gioconews giugno 2017)

Condividi su:

Quale sarà il futuro del gioco pubblico? Come cambierà il settore con il riordino previsto del Governo? E che fine faranno le leggi regionali e i regolamenti comunali sul Gap? Queste e altre domande saranno al centro della lezione dell’avvocato Geronimo Cardia in programma oggi, 16 giugno, nell’ambito del Master in “Economia e management delle gaming company” all’Università degli Studi di Cassino (Fr).

La lezione del legale verterà proprio sul gioco pubblico tra normativa nazionale e normativa territoriale, alla luce delle recenti sentenze dei tribunali amministrativi e del Consiglio di Stato che hanno sospeso o annullato alcuni dei regolamenti vigenti in materia perchè troppo restrittivi, emanati senza il supporto di dati scientifici sull’effettiva diffusione del Gap nel territorio o senza tener conto degli interessi economici degli operatori del comparto: da Firenze a Grosseto, da Torino a Bolzano.

Un tema affrontato da Geronimo Cardia anche nel suo libro “La questione territoriale” (edito da Gn media) che mettendo a confronto i diversi “casi” nazionali fa il punto sull’effetto espulsivo delle normative locali nei confronti del gioco legale.


Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle attività dello Studio