Tribunale Torino, Cardia: ‘giudice non decide, ma si va avanti’ (Gioconews gennaio 2018)

Condividi su:

Il giudice del tribunale di Torino decide di non decidere, ma operatori vanno avanti contro l’effetto espulsivo del Piemonte.

“Il giudice dell’urgenza ha scelto di non decidere e di non occuparsi dell’effetto espulsivo e delle sue conseguenze”. È quanto dichiara a Gioconews.it l’avvocato Geronimo Cardia, commentando il provvedimento del tribunale di Torino sui ricorsi d’urgenza ex articolo 700 dell’intera filiera gioco (dei gestori Astro, del concessionario Admiral, della Fit – Federazione italiana tabaccai e di diversi titolari di locali destinatari di sanzioni e sequestri) contro l’effetto espulsivo del distanziometro della Regione Piemonte.

“Nel provvedimento – prosegue Cardia – si legge che non sarebbero stati impugnati provvedimenti attuativi (in realtà ne sono stati depositati circa 24 tra sequestri ed ingiunzioni). Il provvedimento prosegue affermando che senza la formalità indicata non si possono valutare in questa sede le questioni di legittimità costituzionale (nonostante il deposito di casi precedenti in giurisprudenza).

Ora proseguiranno le programmate attività per portare l’effetto espulsivo ad essere valutato e giudicato”, promette il legale.



Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle attività dello Studio