Giochi, proroga per le scommesse – Il Messaggero, 9 giugno 2022

Cliccando qui puoi scaricare il PDF del documento

 

Ma fin quando restano in vigore le vecchie concessioni, i distanziometri non entrano in vigore.
«Molte Regioni», spiega Geronimo Cardia, presidente di Acadi, l’associazione del gioco legale, «si sono rese conto che le loro norme avrebbero significato l’espulsione del gioco legale dal territorio e sono tornate sui loro passi».

A fare marcia indietro sono stati ben dodici governatori, tra i quali anche quello della Campania, Vincenzo De Luca, e il pugliese Michele Emiliano, che pure per lungo tempo avevano guidato il fronte del no al gioco. Chi invece ha deciso di andare dritto per la propria strada, è la Regione Lazio. Il distanziometro, dopo lo slittamento di un anno, entrerà in vigore il prossimo 28 agosto. E si applicherà anche alle attuali concessioni. A Roma questo significherebbe che il 99,9% del territorio sarebbe inibito alle sale scommesse.
«In pratica», spiega Cardia, «si potrebbero aprire solo a villa Pamphili».



Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle attività dello Studio

EnglishFrenchGermanItalianRussian