Convegno Eurispes: Geronimo Cardia, “Sistema concessorio parte dello Stato ” (VIDEO)

01.10.2019

Al convegno del 26 settembre 2019, organizzato dall’Istituto Eurispes, dal titolo ”Il Gioco in Italia: tra criticità e opportunità”, Geronimo Cardia, invitato tra gli esperti a relazionare, ha avuto modo di rappresentare ACADI (l’Associazione dei Concessionari di Giochi Pubblici), in qualità di Presidente, che sviluppa con le proprie filiere 7 dei 10 miliardi di gettito erariale annuo. Tre i semplici punti emersi nel suo intervento, che consideriamo centrali nella discussione:  “gli operatori del sistema concessorio si sentono legittimamente parte integrante dello Stato perché portano sui territori le politiche sanitarie, fiscali ed economiche del gioco pubblico volute dallo Stato. C’è bisogno di un processo di normalizzazione del fenomeno. E va fatto il riordino, solo annunciato e non attuato dal 2012, passando per l’Intesa e da ultimo dal decreto dignità”.

Al convegno sono intervenuti il Presidente di Eurispes, Gian Maria Fara; il Vicedirettore della Ricerca, Alberto Baldazzi; Giovanni Russo, Procuratore generale aggiunto Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo; Benedetto Mineo, Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli; il Gen. B. Giuseppe Arbore, Capo del III Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza; Riccardo Pedrizzi, già Senatore della Repubblica ed esperto del settore dei giochi; Giovambattista Palumbo, Direttore dell’Osservatorio sulle Politiche Fiscali dell’Eurispes. Moderatore del dibattito: Eugenio Occorsio, giornalista del Gruppo editoriale L’Espresso-la Repubblica.

 

APPRONDIMENTI: 

VIDEO dell’intervento integrale di Geronimo Cardia 

VIDEO JammaTV – Intervento Geronimo Cardia – Convegno Eurispes, Cardia (Acadi): ‘Noi ci sentiamo parte integrante dello Stato’

 

ARTICOLI CORRELATI: 

Sistema confessorio parte integrante dello Stato. Porta sui territori le politiche sanitarie, fiscali ed economiche del gioco pubblico (Convegno Eurispes) 



Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle attività dello Studio

EnglishFrenchGermanItalianRussian